Salute e benessere

Fuoripasto sani? Non contano solo le calorie: misuriamo i «nutrienti»

pasto

Meno zuccheri grassi saturi e sale. Più calcio, proteine, vitamine, minerali e fibre:
così si valutano gli snack in modo corretto.

Sarà per il caldo che porta a preferire pasti più leggeri da integrare con qualche spuntino o per il maggior tempo libero ma, in estate, ai bambini e ai ragazzi non mancano le occasioni (e la voglia) per qualche fuoripasto. L’etichetta nutrizionale aiuta a scegliere, a patto però di non limitarsi a controllare solo grassi e calorie. È il richiamo di uno studio appena pubblicato su Global Pediatric Health da ricercatori dell’Università del Minnesota (Usa), i quali, utilizzando un indice calcolato tenendo conto dei nutrienti da limitare (sodio, grassi saturi, zuccheri) e di quelli da incoraggiare (proteine, calcio, vitamina D, potassio, magnesio,ferro, vitamina A, vitamina C, vitamina E e fibra), hanno valutato la “densità nutrizionale” di comuni fuoripasto.

Fuoripasto sani? Non contano solo le calorie: misuriamo i «nutrienti»