Siti italiani del Patrimonio Mondiale UNESCO

Pubblicato il Pubblicato in Video

Una puntata dedicata ai 5 siti italiani iscritti come patrimonio naturale nella lista del Patrimonio Mondiale: Monte San Giorgio, le Dolomiti, le Isole Eolie, il Monte Etna, e le Faggete vetuste. Un viaggio in cinque luoghi splendidi del nostro Paese, eccezionali archivi di conoscenza per ripercorrere la storia del pianeta. Monte San Giorgio, un monte in provincia di Varese, al confine tra Italia e Svizzera, con i suoi straordinari fossili del Triassico ci racconta com’era la vita sulla Terra 240 milioni di anni fa. Delle Dolomiti, le «montagne più belle della Terra», l’UNESCO ha riconosciuto l’unicità e l’eccezionale valore universale degli aspetti geologici ed estetico-paesaggistici. Le Isole Eolie e il Monte Etna sono l’espressione straordinaria di fenomeni vulcanici che hanno formato intere generazioni di scienziati. Mentre le faggete vetuste conservano le tracce di una natura incontaminata con alberi vecchi di 500 anni.


Pubblicato il Pubblicato in immagini

View this post on Instagram

Tavolozza 🎨 d'autunno 🍂 ma da domani tutto cambierà! Ringraziamo la bravissima Marika @la_maky74 per la bellissima foto! ⭐️⭐️⭐️ Seguiteci anche sulle altre due nostre gallerie @trentinodascoprire e @altoadigedascoprire @sudtiroldascoprire dedicate alla bellezza della nostra terra! #lagodibraies #braies #valpusteria #pustertal #trentinoaltoadige #südtirol #ilikeitaly #italiait #yallersitalia #dolomiti #italian_places #unesco #ig_altoadige #ig_italia #italiainunoscatto #top_italia_photo #loves_italia #ok_europe #igworldclub #ig_worldclub #instatrentino #altoadigeweb #altoadige #sudtirol #sudtirolo #suedtirol #southtyrol #visitsouthtyrol #altoadigedascoprire #trentinodascoprire

A post shared by Altoadige Südtirol, Italy 🇮🇹 (@altoadigedascoprire) on

Natura nel piatto

Pubblicato il Pubblicato in Video

Video di Lucia

Natura nel piatto

Natura nel piatto – 28/01/2017
Dalle Alpi a Capo Passero, un viaggio nel mondo dell’agricoltura naturale per capire, dalla voce di chi è tornato a pratiche agronomiche ormai dimenticate, quanto policoltura, rotazioni e compost possano restituire fertilità ai terreni agricoli desertificati da sessant’anni di trattamenti chimici. Il reportage inizia a Rovasenda, nel Vercellese, dove la famiglia Stocchi da oltre dieci anni pratica la policoltura producendo un riso senza chimica e risparmiando ogni anno novantamila euro tra diserbanti, pesticidi e passaggi di trattore per spargerli nei campi. Si arriva poi in Sicilia, tra Ragusa e Siracusa, dove molti contadini hanno abbandonato la coltivazione dei grani moderni dal glutine rinforzato tornando a piantare la Timilia e il Russello, due varietà di frumento autoctoni, innescando una filiera che fa bene alla terra e fa bene alle casse dell’aziende agricole schiacciate dalla globalizzazione. “Natura nel piatto” si occupa anche di vino naturale visitando a Novi Ligure, in provincia di Alessandria, l’azienda di Stefano Bellotti che spiega come e perché vigne e cantine siano state colonizzate dalla chimica e come, invece, sia possibile farne a meno tornando a fare il vino come una volta. Di Alessandro Gaeta

Presadiretta St 2018/19 La città si cura – 17/09/2018

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Video
La città sicura

Cosa bisogna fare per rendere le nostre città più sicure e ridare fiducia ai cittadini? Come superare l’allarme sociale nato con l’arrivo dei migranti e la rabbia che ha assunto le forme del razzismo e dell’intolleranza? PresaDiretta è andata a raccontare come si vive in un quartiere di una città bella, colta e agiata come Parma, che si è trasformato in una piazza di spaccio.

Apri: Geo- Mente e Spiritualità

Pubblicato il Pubblicato in Video

Screenshot (107)

Geo – Mente e Spiritualità

GeoSt 2018/19 Spiritualità e mente

Primo novembre, per i cristiani è la festa di tutti i santi. Da sempre l’uomo cerca e coltiva una propria sfera spirituale in cui trovare rifugio, conforto, sicurezza per il futuro e questo vale per tutte le religioni del mondo. Ma cosa succede al nostro cervello quando preghiamo o meditiamo? C’è un legame tra fede spirito e cervello? Lo chiediamo a Piero Barbanti, Primario Neurologo dell’Istituto Scientifico San Raffaele Pisana di Roma

 

— INTRATTENIMENTO

Pubblicato il Pubblicato in immagini

Il significato della vita non può essere espresso in parole. È qualcosa che si sente in certi momenti: quando si è vicini a una persona cara, o a un albero che ci incanta con la sua bellezza, o quando si è in completa comunione con se stessi e la Natura. Il significato della vita è […]

via — INTRATTENIMENTO